Tartufi e Clicker, binomio possibile

Tartufi e Clicker, binomio possibile

Sabato e domenica scorsi sono stato invitato ad un seminario piuttosto particolare nato dall’incontro tra l’Associazione Toscana Tartufi e Ingenio Animal Italia.

Il merito di Toscana Tartufi è quello di esplorare tutte le sfaccettature del mondo del Tartufo (un po’ come tento di fare io con quest blog) , aprendosi a nuove esperienze ed iniziative che possano migliorare il bagaglio di competenze dei soci. In questo caso ha deciso di non fossilizzarsi su tecniche vetuste, ma di esplorare e mettere in pratica le ultime teorie nel campo dell’addestramento dei cani da tartufo.

Ingenio Animal Italia invece ha il merito di portare avanti la sua filosofia di addestramento di qualsiasi animale tramite il “rinforzo positivo” e in questo caso di aver saputo modulare le proprie tecniche sui cani da tartufo.

I partecipanti, provenienti sia dal mondo dei Tartufi, sia da quello universitario sono stati impegnati in 2 sessioni distinte. Nella prima di sabato Alessio Lugliè, addestratore cinofilo, ha esposto tramite delle slide, alcuni cennisulla teoria dell’apprendimento, addentrandosi sempre più nell’argomento fino ad esporre le ultime tecniche di addestramento cinofilo con il clicker, uno strumento costituito sostanzialmente da una linguetta di metallo che, quando premuta, scatta producendo un suono tipo “click-clack”. Domenica è stata la volta della sessione pratica dove i partecipanti hanno potuto mettere in pratica la teoria appresa il giorno prima sempre guidati da Alessio e grazie anche all’aiuto di Teo, uno splendido cane da tartufi e del suo padrone Riccardo, presidente dell’associazione Toscana Tartufi.

Sorpresa finale per i partecipanti un primo a base di Tartufo e un clicker in omaggio per continuare il training a casa.

Il seminario ha avuto ottimi riscontri, tanto che è prevista una seconda sessione per domenica 23 Maggio 2015. Sempre con Toscana Tartufi e Ingenio Animal.

Massimiliano

 10448690_782130295188604_2495212937118845103_o