Caratteristiche dei Tartufi Commerciabili

CARATTERISTICHE BOTANICHE E ORGANOLETTICHE DELLE SPECIE COMMERCIABILI
dall’allegato 2 della legge 752/85

1) Tuber magnatum Pico, detto volgarmente tartufo bianco  (o  anche tartufo  bianco  del  Piemonte  o  di  Alba  e  tartufo   bianco   di Acqualagna).

  • Ha peridio o scorza non  verrucosa  ma  liscia,  di  colore  giallo chiaro o verdicchio, e gleba o polpa dal marrone al nocciola  piu’  o meno tenue, talvolta sfumata di rosso vivo, con venature chiare  fini e numerose che scompaiono con la cottura.
  • Ha  spore  ellittiche  o  arrotondate,  largamente   reticolate o alveolate, riunite fino a quattro negli aschi.
  • Emana un forte profumo gradevole.
  • Matura da ottobre a fine dicembre.

2)  Tuber  melanosporum  Vitt.,  detto volgarmente tartufo nero pregiato (o anche tartufo nero di Norcia o di Spoleto).

  • Ha peridio o scorza nera rugosa con verruche minute, poligonali,  e gleba o polpa nero-violacea a maturazione, con venature bianche  fini che divengono un po’ rosseggianti all’aria e nere con la cottura.
  • Ha spore  ovali  bruno  scure  opache  a  maturita’,  aculeate  non alveolate, riunite in aschi nel numero di 4-6 e talvolta  anche  solo di 2-3.
  • Emana un delicato profumo molto gradevole.
  • Matura da meta’ novembre a meta’ marzo.

3) Tuber brumale var. moschatum De Ferry, detto volgarmente tartufo moscato.

  • Ha peridio o scorza nera con piccole verruche molto basse e gleba o polpa scura con larghe vene bianche; e’ di grossezza mai superiore ad un uovo.
  • Ha spore aculeate non alveolate spesso  in  numero  di  cinque  per asco.
  •  Emana un forte profumo e ha sapore piccante.
  • Matura da febbraio a marzo.

4) Tuber aestivum  Vitt., detto volgarmente tartufo d’estate o scorzone.

  • Ha peridio o scorza grossolanamente verrucosa di colore  nero,  con verruche grandi  piramidate,  e  gleba  o  polpa  dal  giallastro  al bronzeo, con venature chiare e numerose, arborescenti, che scompaiono nella cottura.
  • Ha spore ellittiche, irregolarmente alveolate,  scure,  riunite  in 1-2 per asco presso a poco sferico.
  • Emana debole profumo.
  • Matura da giugno a novembre

5) Tuber aestivum var. uncinatum Chatin, detto volgarmente  tartufo uncinato.

  • Ha peridio o scorza verrucosa di colore nero, e gleba  o  polpa  di color cioccolato, con numerose venature ramificate chiare.
  • Ha spore ellittiche, ampiamente alveolate riunite in asco in numero fino a cinque, che presentano papille lunghe e ricurve ad uncino.
  • Emana un profumo gradevole.
  • Matura da settembre a novembre.

6) Tuber brumale Vitt., detto volgarmente tartufo nero d’inverno o trifola nera.

  • Ha peridio o scorza rosso scuro che diviene nera a maturazione, con verruche  piramidate  e  gleba  o  polpa  grigio-nerastra  debolmente violacea, con venature bianche ben  marcate  che  scompaiono  con  la cottura assumendo tutta la polpa un colore  cioccolata  piu’  o  meno scuro.
  • Ha  spore  ovali  brune,  traslucide  a  maturita’,  aculeate   non alveolate, riunite in aschi nel numero di 4-6 e talvolta anche  meno, piu’ piccole di quelle del Tuber melanosporum e meno scure.
  • Emana poco profumo.
  • Matura da gennaio a tutto marzo.

7) Tuber Borchii Vitt.Tuber  albidum  Pico,  detto  volgarmente bianchetto o marzuolo.

  • Ha peridio o scorza liscia di colore biancastro tendente al fulvo e gleba o polpa chiara tendente al fulvo fino  al  violaceo  bruno  con venature numerose e ramose.
  • Ha spore leggermente ellittiche regolarmente alveolate o reticolate a piccole maglie riunite in aschi fino a 4.
  • Emana un profumo tendente un po’ all’odore dell’aglio.
  • Matura da meta’ gennaio a meta’ aprile.

8) Tuber macrosporum Vitt., detto volgarmente tartufo nero liscio.

  • Ha peridio o scorza quasi liscia con verruche depresse,  di  colore bruno rossastro e gleba  bruna  tendente  al  porpureo  con  venature larghe numerose e chiare brunescenti all’aria.
  • Ha spore ellittiche, irregolarmente reticolate e alveolate  riunite in aschi peduncolati in numero di 1-3.
  • Emana un gradevole profumo agliaceo piuttosto forte.
  • Matura da agosto ad ottobre.

9)  Tuber  mesentericum  Vitt.,  detto  volgarmente  tartufo nero ordinario (o anche tartufo nero di Bagnoli).

  • Ha peridio o scorza nera con  verruche  piu’  piccole  del  tartufo d’estate, gleba o polpa di colore giallastro o grigio-bruno con  vene chiare labirintiformi che scompaiono con la cottura.
  • Ha spore ellittiche grosse imperfettamente alveolate riunite in 1-3 per asco.
  • Emana un debole profumo.
  • Matura da settembre ai primi di maggio.

Una risposta

  1. Le TartuFeste 2015 dell’Appennino Bolognese
    Le TartuFeste 2015 dell’Appennino Bolognese at ·

    […] Camugnano e Castel di Casio, ospitano Tartufesta, la tradizionale manifestazione dedicata al tartufo bianco pregiato dei Colli bolognesi che non sarà solo un’occasione per degustare piatti a base dell’eccellenza […]

I commenti sono disabilitati, ma trackbacks e pingbacks sono abilitati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: